SORGENTI DEL PIAVE
Mappa

SORGENTI DEL PIAVE

Località: alle Sorgenti del Piave, SAPPADA
Altitudine: m. 
1830
Gruppo: 
PERALBA
Cartografia: 
Tabacco 1:25000 n.01 "Sappada, Santo Stefano, Forni Avoltri"
Apertura: 
giugno - settembre
Telefono rifugio: 
+39 347.9938226
Posti letto: n. 
18
Locale invernale: 
Gestore: Elda, Licia, Martina, Michela Piller Hoffer
Tel. gestore: 
+39 347.9938226
e-mail gestore: 
liciaeldapiller@virgilio.it
  • Accessi
  • Storia
  • Descrizione
  • Itinerari
  • Carrozzabile pubblica
    - da Cima Sappada, per carrozzabile della Val Sesis fino al rifugio (circa 9 km).
    Divieto per camper e roulotte.


Giugno 1965 - Apertura di una prima modesta struttura adibita a posto di ristoro all'insegna Rif. Sorgenti del Piave, costruita per iniziativa di Maria Kratter e del figlio Stefano Piller Hoffer di Sappada, completata solo alcuni anni dopo a causa delle distruzioni arrecate alle vie di accesso dall'alluvione del 1966. Ampliato nel 1975, rinnovato nelle forme attuali nel 2005.


E' adagiato su un ampio altipiano erboso nei pressi delle sorgenti del Piave.

Particolarmente accogliente, offre la cucina tradizionale sappadina, curata e genuina. Vicina alla Val Visdende, è un'ottima base per gli escursionisti e per chi intende trascorrere alcune ore lontano dal caos cittadino. Dal rifugio, soprattutto la domenica, è possible ammirare gli alpinisti intenti ad arrampicare sulle pareti Sud del Peralba. Punto tappa lungo l'Alta Via delle Dolomiti n. 6 e di accesso a sentieri di recente sistemazione che ripercorrono i camminamenti della Grande Guerra e la via di salita al Peralba di Papa Giovanni Paolo II.

Come arrivare

  • da Cima Sappada, 1290 m: per rotabile SP 22 della Val Sésis, (circa 8,5 km, 25 min. in auto) passando per i Piani del Cristo, Pian delle Bombarde, i Fienili di Sésis, si arriva al rifugio
  • dal Pian delle Bombarde, 1457 m, ore 1.30-1.45 T: per sentiero naturalistico, verso nord, al Passo del Roccolo, 1815 m, e poi a destra, in breve (s. 136) al rifugio
  • dalla Val Visdende-Costa d'Antola, 1332 m, ore 2-2.15 T: per carrareccia e, al secondo bivio, per Giau rosso per carrareccia e sentiero (s. 133) al Passo del Roccolo, 1815 m, e poi a sinistra in breve (s. 136) al rifugio
  • dalla Val Visdende-Costa d'Antola, 1332 m, ore 1.45-2 T: per carrareccia (s. 136) per Piè dla Costa e, dopo il secondo bivio, a destra per Casera di Sésis e Passo del Roccolo, 1815 m, poi, sempre con s. 136, fino al rifugio

Escursioni principali

  • al Rif. Calvi, 2167 m, ore 1 T: nei pressi del cippo dedicato alle Sorgenti del Piave per sent. s.n. sotto le pareti sud del Peralba, alla ex cava di marmo e, a sinistra, per mulattiera (s. 132) al rifugio; al Rif. Hochweisstein, 1868 m, ore 1.45 T: per s. 132 al Passo Sésis, 2325 m, e al Passo dell'Oregone, confine di Stato, poi per sent. 448 si scende al rifugio
  • al Peralba per la via della cresta occidentale, 2694 m, ore 3-3.15 EEA: per sentiero difficile ed a tratti alpinistico (sent. s.n.) per la "schiena d'asino"
  • alla Val Visdende-Costa d'Antola, 1332 m, ore 2.30-2.45 EE: per sent. s.n. verso sud e poi, a destra, per carrareccia (s. 136) al Passo del roccolo poi, dritti, per sent. 129 alla Sella del Monte Franza, 2180 m, a destra per sent. 135 si scende in Val Popèra, a Piè dla Costa e in breve, riprendendo a sinistra, la carrareccia (s. 136) a Costa d'Antola
  • ai Laghi d'Olbe, 2156 m, ore 2.15-2.30 E: per sent. s.n. verso sud e poi, a destra, per carrareccia (s. 136) al Passo del Roccolo poi, dritti, per sent. 129 alla Sella del Monte Franza, 2180 m, qui a sinistra per sent. 135 al Passo del Mulo, 2356 m, ed ai laghi

Assorifugi Friuli Venezia Giulia

e-mail: info@assorifugi.it

Cod. Fisc.: 93007880300