Guido CORSI
Mappa

Guido CORSI

Località: allo Jôf Fuart sud, Cave del Predil
Altitudine: m. 
1874
Gruppo: 
JÔF FUART
Cartografia: 
Tabacco 1:25000 n.019 "Alpi Giulie occidentali, Tarvisiano"
Apertura: 
1 giugno - 30 settembre
Telefono rifugio: 
+39 0428.68113
E-mail: 
rifugiocorsi@virgilio.it
Posti letto: n. 
55
Locale invernale: 
No
Gestore: Cristiano Martucci
Tel. gestore: 
040.811752
Cell. gestore: 
349.0778699
e-mail gestore: 
rifugiocorsi@virgilio.it
  • Accessi
  • Storia
  • Descrizione
  • Itinerari
  • Sentiero
    - da Sella Nevea, per sentiero n° 625 (h 3)
  • Sentiero
    - dalla Val Rio del Lago (4 km da Sella Nevea), per sentiero n° 628 (h 2.40, E)

Il rifugio

Fu eretto nel 1925 sul luogo dove prima sorgeva la Capanna Findenegg, distrutta durante Prima Guerra Mondiale (1915) e dedicato al Capitano degli Alpini, medaglia d'oro, Giudo Corsi, caduto sul Valderoa (Monte Grappa) il 13 dicembre 1917. Nel 1969 venne rimodernato e ampliato, con ulteriori sistemazione nel 1995.

Toponomastica


La toponomastica della zona è piuttosto singolare: ad esempio il"Prà da l'Ors", il "Lavinal dell'Orso" e la "Torre degli Orsi", ora Torre Mazzini, che si trova in Val Saisera, sembra debbano i loro nomi alla presenza in zona di questo plantigradi. Questi in primavera arrivavano dai bosci della Slovenia al lago di Raibl, da dove si spostavano nella zona dove nel 1933 fu costruita la polveriera (Prà da l'Ors) e su verso la malga GRant Agar. Qui, dopo qualche raid, venivano messi in fuga dai pastori e, vallicato il Lavinal dell'Orso, trovavano riparo sotto la Torre degli Orsi e cibo fra le greggi della Valbruna.
Tutto succedeva circa 170 anni fa.

Cima Castrein


Nel 1915 la zona divenne strategicamente importante per le truppe austriache che, dopo la distruzione della Findenegghutte, costruirono nello spiazzo sottostante il rifugio un insediamento militare che provvedeva a rifornire di viveri e munizioni le Cime Castrein, adibite ad osservatorio.
I trasporti venivano fatti dal fondo valle a mezzo di teleferiche che, dopo una serie di cambi, arrivavano alla sella Mosè e di qui alle Cime Castrein. I resti di queste opere si possono osservare nei dintorni del rifugio, sulla Sella Mosè e sulle Cime Castrein.

Jôf Fuart m 2666; Cime Castrein m 2502; Cima di Riofreddo m 2507; Cima del Vallone m 2368; Madre dei Camosci m 2576

Escursionistiche

- Alla vetta del Peralba (2693 m) per via normale, sent. 132, dopo Passo Sesis sent. 131, ore 2, E.
- Al Rif. Hochweisstein, sent. 132-448, ore 3, E.
- Salita al Pic Chiadenis (2490 m) per via comune, sent. 132 e tracce, ore 1.30, EE.
- Tappa della Traversata Carnica.

Alpinistiche

- Salita al Monte Peralba (2693 m) per via ferrata Pietro Sartor, sent 132.
- Al Monte Chiadenis (2490 m) per via ferrata Monte Chiadenis.

SentieriNatura

link a SentieriNatura con le escursioni in zona ed altre informazioni utili!

Assorifugi Friuli Venezia Giulia

e-mail: info@assorifugi.it

Cod. Fisc.: 93007880300